Paura del cambiamento

Paura del cambiamento

Gli uomini non cambiano dall’oggi al domani, e cercano in ogni nuovo regime la continuazione dell’antico.

Marcel Proust

Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo.

Mahatma Ghandi

Cambiare, andare controcorrente, sono termini che ogni giorno ascoltiamo o leggiamo sui network o sui giornali.

Ma cos’è il cambiamento? Cosa vuol dire andare contro corrente?

Nella nostra società e soprattutto nella nostra concezione culturale ogni cosa di nuovo che affrontiamo è un cambiamento al quale bisogna essere preparati.

Sin da piccoli, tutti noi abbiamo vissuto vari cambiamenti siamo passati dall’infanzia all’adolescenza sino ad arrivare allo stato adulto e alla vecchiaia, abbiamo cambiato scuole, amicizie , chi ha cambiato città, paese o addirittura nazione, ed ognuno lo ha affrontato in modo diverso. C’è chi ha preso di petto la situazione, chi ha pensato e ripensato molte volte sulla scelta da fare o che ha fatto, perchè, cambiare fa paura,  lasciare la quotidianeità spaventa.

Attualmente, invece, il cambiamento e l’ andare controcorrente, risultano essere gli unici mezzi che possono aiutarci a ricostruire la società in cui viviamo, sfruttando le risorse che abbiamo a disposizione.

Da una prospettiva sociologica, noi siamo fonte di cambiamento, si parla di sviluppo tecnologico, cambiamenti economici e politici, ma in realtà siamo una società che è in fase di regressione, sembriamo ” un cavallo che vorrebbe correre a briglie sciolte per dare il meglio di se e sfoggiare la sua criniera, ma siamo condotti da un cavaliere che ci ferma ad ogni passo falso per “correggere” il nostro  andamento”.

Siamo una società in “crisi” ma in continuo cambiamento, sempre alla ricerca del passato, che cerca di andare avanti ma ritorna indietro, e se qualcuno ci propone di rompere le “barriere”, molti di noi, non lo fanno perchè vogliono sentirsi sicuri in un ambiente familiare che in realtà cosi familiare non è, ma basta solo l’illusione di saperlo tale.

Elemento cardine, del cambiamento è la comunicazione, di come le parole possano aiutare a superare le “barriere” e non trovarsi più in un vicolo cieco ma essere liberi di scegliere.

Rossella Sgariglia