IL SIMBOLO DEL SUD AFRICA: NELSON MANDELA

IL SIMBOLO DEL SUD AFRICA: NELSON MANDELA

di MARA PRINCIPATO

Nelson Mandela è nato il 18 luglio 1918 a Mvezo, un villaggio molto esteso sito nel sud est del Sudafrica,
capoluogo del Transkei, personaggio storico che ancora in vita era già una leggenda.

“Madiba”, il soprannome con cui veniva chiamato all’interno del clan appartenente all’etnia Xhosa, grazie alle battaglie sociali e culturali combattute contro l’apartheid, è divenuto il simbolo del Sud Africa libero e democratico. Ciò che ha sempre colpito di” Madiba” era la sua statura morale e l’esistenza vissuta in favore degli altri.

MADIBA

Dopo aver seguito gli studi nelle scuole sudafricane per soli studenti neri, conseguendo la laurea in giurisprudenza, nel 1944 entrò in politica attiva.
Divenuto membro dell’ANC (African National Congress) guidò per anni campagne pacifiche contro l’apartheid, il regime politico che favoriva, soprattutto sul piano legale e giuridico, la segregazione dei negri rispetto ai bianchi.
L’evento che segnò la sua vita risale al 1960, quando il regime di Pretoria eliminò volontariamente con una operazione 69 militanti dell’ANC, passato alla storia come il “massacro di Shaperville”. L’intera associazione fu messa al bando e considerata fuorilegge.
Mandela sopravvisse alla strage e riuscì a fuggire. Radunò gli altri esponenti sopravvissuti dando vita ad una frangia militarista decisa a rovesciare il regime e a difendere i propri diritti con le armi. “Madiba” fu arrestato nel 1963 e dopo un procedimento legale durato nove mesi venne condannato all’ergastolo, trascorrendo oltre vent’anni in prigione.
In questo periodo la sua immagine e la sua statura  politica e morale crebbero sempre di più agli occhi dell’opinione pubblica mondiale. Nel 1990 in seguito a pressioni internazionali e grazie al mancato appoggio degli Stati Uniti al regime segregazionista di Pretoria, Nelson Mandela venne liberato. L’anno successivo fu eletto presidente dell’Anc.
Nel 1993 venne insignito del premio Nobel per la Pace. L’anno dopo, in seguito alle prime elezioni libere del suo paese alle quali parteciparono anche i cittadini neri, fu eletto Presidente della Repubblica del Sudafrica e capo del Governo che guiderà fino al 1998.
Nel giugno 2004, all’età di 85 anni, annunciò il suo ritiro dalla vita pubblica per trascorrere maggior tempo possibile con la sua famiglia. Il 23 luglio dello stesso anno, con una cerimonia tenutasi a Orlando (Soweto), la città di Johannesburg gli ha conferito la più alta onorificenza cittadina, il “Freedom of the City”, una sorta di consegna delle chiavi della città.
Nelson Mandela ha smesso di combattere all’età di 95 anni, il 5 dicembre 2013 giorno della sua morte. Il Sudafrica ha perso il suo simbolo, il leader che ha impegnato la sua esistenza contro le ingiustizie, sconfiggendo l’apartheid.

MARA PRINCIPATO